Francia: moratoria sull’aumento delle tasse sui carburanti

Il primo ministro francese Edouard Philippe annuncerà una moratoria di alcuni mesi sull’aumento delle tasse sui carburanti, causa scatenante della protesta dei “gilet gialli” che sabato a Parigi è sfociata in guerriglia urbana e che dalle prime manifestazioni di piazza a oggi ha già lasciato sul campo quattro morti e centinaia di feriti.  
Oggi a palazzo Matignon, sede del governo francese, avrebbe dovuto esserci l’incontro tra Philippe e un gruppo di rappresentanti moderati dei gilet gialli, ma la riunione è stata annullata per “motivi di sicurezza” dopo che alcuni di loro, come Jacline Mouraud – la signora bretone divenuta uno volti più noti demovimento – hanno denunciato di aver ricevuto minacce dalle frange più oltranziste per impedire il dialogo con il governo.  La decisione del governo mira a far calare la tensione e a dare un margine ai “gilet gialli” moderati in modo da poter avviare una trattativa. Secondo le fonti che hanno anticipato la scelta dell’esecutivo ci saranno anche altre misure volte a rasserenare gli animi, decise in una riunione svoltasi ieri sera all’Eliseo con il presidente Emmanuel Macron. Philippe presenterà tali misure in un incontro con i deputati di En Marche.
L’aumento delle tasse su benzina e diesel sarebbe dovuto scattare dal primo gennaio.

 

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cultura a Colori