Napoli batte Inter 2-1 ed è prima in classifica…

Si sapeva che sarebbe stata una partita sofferta fino all’ultimo secondo e  così è stato.

Merito dell’Inter che anche in dieci ha messo in difficoltà gli azzurri e solo un super Reina ed un “santo” palo, hanno evitato al Napoli una beffa finale.

Si, sarebbe stata davvero una beffa se questa Inter, che non ha affatto  messo paura al Napoli per 80 minuti, avesse portato a casa un pareggio.

Il Napoli visto stasera, e non solo stasera, è la squadra nettamente più forte del torneo, ma come qualcuno ci insegna, nel calcio le partite finiscono al minuto 95 ed allora, per vincere gli scudetti ci vuole anche  una buona dose di…culo.

Parte subito all’attacco il Napoli e dopo tre minuti e già in vantaggio con il solito Higuain che con un guizzo in area fulmina Handanovic.

Può chiudere la partita quando vuole la squadra di Sarri ma non affonda come si deve e su questo il mister deve lavorare ancora tanto, ma l’espulsione di Nagatomo ( due gialli in dieci minuti), sembra portare il vento dalla parte del Napoli, ma il primo tempo si chiude solo sull’1-0.

Nel secondo il solito copione azzurro anche se l’Inter comincia a guadagnare metri, ma addirittura da un calcio di fondo di Handanovic, parte l’azione che porterà Higuain a segnare la sua doppietta personale.

Il tocco del portiere nerazzurro viene ribattuto dal Napoli, si innesca un contropiede che viene chiuso in 4 secondi dal Pipita. E’ l’apoteosi, ma manca ancora tanto al match e Mancini lo sa.

Ecco che su l’asse Brozovic- Ljajjc parte l’affondo della squadra nerazzurra ed Hysaj va in netta difficoltà contro questi due giocatori, anche se il gol nasce da un’azione di dai e vai in area di rigore del Napoli.

Ljajjc con un potente sinistro fulmina Reina.

Il resto del match è sofferenza pura e come abbiamo scritto all’inizio, nel calcio per vincere ci vuole anche tanta fortuna, la stessa che ha  avuto il Napoli nei 5 minuti finali. Prima il palo e poi un super Reina hanno salvato i colori azzurri che volano da soli in testa al campionato.

Lo scudetto prende la strada di Napoli…

Share This:

Massimiliano Alvino

Inguaribile sportivo, ex calciatore ed ex arbitro di calcio, giornalista da giugno 2012. Mi piace tutto quello che si chiama Sport, ma amo anche il teatro ed il cinema. Amo la musica di Jamiroquai, Trainspotting il film che rivedrei all'infinito, il Napoli la mia unica fede. Prima o poi comincerò a scrivere libri...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Banner to display

No Banner to display

No Banner to display

No Banner to display

Cultura a Colori