Natale in tavola: consigli su come sopravvivere a cenoni e scorpacciate

Si avvicinano le feste di Natale che come ogni anno metteranno a dura prova il nostro girovita. A tal proposito la dottoressa Assunta Rinaldi, biologa specializzata in biochimica clinica perfezionata in alimentazione, alimenti e nutraceutici della provincia di Salerno, ci dà qualche consiglio su come comportarci durante questo fatidico periodo.

christmas-dinner

 

1)      Come possiamo affrontare i pasti nei giorni di festa senza sentirci troppo in colpa dopo?

Le feste di Natale sono un’occasione di ritrovo e di riunione di famiglia per cui è giusto dar spazio alla tradizione culinaria, senza rinunciare a nulla. È importante però stare attenti durante i giorni precedenti, magari bevendo molta più acqua ed evitando il pane a cui potremmo anche rinunciare durante i cenoni dal momento che includeranno un tipo di cucina più ricco e sostanzioso del solito. Il giorno dopo si può optare per una semplice dieta di scarico, preferendo verdure e minestroni.abbu

 

2)       Quali alimenti sarebbe opportuno preferire per alleviare il senso di gonfiore dovuto alle grandi mangiate?

Prima di tutto è meglio preferire la verdura di stagione, in particolare i finocchi, che ci aiutano a drenare tantissimo, oppure i broccoli con i loro preziosi antiossidanti, per non parlare della vitamina C degli agrumi, utili da ogni punto di vista nutrizionale.

cenoni

3)     Può suggerirci anche qualche bevanda o tisana adatta al particolare periodo?

Sicuramente una tisana alla centella o al finocchio, che sono piante drenanti e se ci sentiamo un po’ troppo pieni scegliamo una tintura madre al carciofo, molto utile alla digestione.
4)      Qualche altra dritta per goderci il Natale nel modo più corretto possibile ?

Assaggiamo tutto senza esagerare. Non è necessario privarci di qualcosa. Bisogna mangiare con intelligenza e criterio, ciò significa, appunto ribadisco, aumentare la quantità di acqua perché l’idratazione è ancora più importante quando si prevedono pasti ricchi e abbondanti e mantenersi più leggeri nei giorni tra Natale e Capodanno. Tutto serve, specialmente alla psiche, serve l’idea di sederci a tavola e di gioire insieme ai nostri cari gratificandoci con del buon cibo però non bisogna strafare. Per esempio è un errore mangiare il panettone a colazione tutti i giorni durante il periodo natalizio ma se proprio non vogliamo rinunciarci evitiamo di arricchirlo con creme al cioccolato, gelato ecc perchè questi dolci sono già ricchissimi di zuccheri e burro di per sé. Godiamoci anche una bella frittura di pesce o se esageriamo con le porzioni basta correre ai ripari nei giorni successivi, evitando ovviamente inutili digiuni. Insomma la parola d’ordine, ma non solo durante le feste di Natale, è equilibrio.

 

Share This:

Rossella Napoletano

Laureata in lettere, filologia moderna e in procinto di conseguire un altro titolo accademico in scienze della formazione primaria, per non farsi mancare proprio nulla. Ama i cani, la letteratura, il cinema, gli anni 50 e i rossetti, vera e propria mania. I suoi hobby preferiti sono ballare il tango e cucinare. Si definisce inoltre una pantofolaia incallita, infatti il suo sabato sera ideale è: sul divano a guardare un bel film o una serie televisiva, mangiando pizza o altri cibi rigorosamente non salutari, perché almeno il sabato… "dobbiamo vedercene bene"!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Banner to display

No Banner to display

No Banner to display

No Banner to display

Cultura a Colori