Sconfitta amara: Bologna-Napoli 3-2

Una partita strana, davvero strana, quella che abbiamo visto al Dall’Ara di Bologna dove il Napoli perde la sua seconda partita del campionato. Il Bologna batte il Napoli, ma il primo gol di Destro è in netto fuorigioco, Mazzoleni si conferma una bestia nera per i colori azzurri.

L’Emilia, si conferma terra amara per il Napoli, che va addirittura sotto di tre reti in 60 minuti, prima di segnare due gol con Higuain, reti che però come abbiamo scritto non bastano per evitare la sconfitta.

Il Napoli, così, dopo appena una settimana, perde il primato della classifica, ma c’è tempo per recuperare perchè il campionato è lunghissimo, e la squadra di Sarri ha dimostrato a tutti che questo campionato può vincerlo.

Il match: parte male il Napoli e dopo 21 minuti è già sotto di 2 reti. prima Destro e poi Rossettini su un’azione da corner, mandanoReina e compagni in grosso affanno. Il Napoli, però, sa giocare e mette sempre pressione ai felsinei, ma il primo tempo si chiude sul 2-0.

Il secondo tempo, vede il Napoli attaccare, ma da un tocco sfortunato di Hamsik, nasce il terzo gol del Bologna.Destro ne approfitta e batte un Reina che per la prima volta in campionato ci è sembrato oggi non troppo attento.

A questo punto partono le sostituzioni, e Mertens si dimostra più incisivo di Callejon, ma è sempre il pipita Higuain a riaccendere le speranze azzurre. Due gol in cinque minuti, dall 85° al 90° fanno sperare ancora i tifosi azzurri accorsi al Dal’Ara.

Non bastano, però, le prodezze dell’attaccante del Napoli, e finisce il match sul 3-2 per il Bologna.

Donadoni batte Sarri, il Napoli si ferma ancora sulla via Emilia, ma la Roma è già dietro l’angolo.

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Banner to display

No Banner to display

No Banner to display

No Banner to display

Cultura a Colori