Usa, ecco il primo Game Boy senza batterie

Il prototipo sarà presentato alla conferenza UbiComp 2020 dai ricercatori statunitensi della Northwestern University insieme ai colleghi olandesi della Delft University of Technology.


La console di gioco, chiamata Engage, ed il primo Game Boy ecosostenibile senza batterie, che si alimenta grazie all’energia solare e a quella impressa sui tasti dalle dita del giocatore. Una vera e propria riprogettazione della versione del Nintendo Game Boy in chiave moderna ed ecosostenibile. La console “green” funzionerà con le sue stesse cartucce e permetterà di giocare a Tetris, scacchi e solitario praticamente all’infinito.

 

Engage è il frutto di anni di ricerca e sarà presentato ufficialmente il 12 settembre al 2020 alla conferenza annuale Virtual UbiComp. Lo scopo della console è dimostrare che videogiocare in modalità portatile e senza batteria è possibile ed è sicuramente anche una bella sfida per il futuro del gaming.

“Si tratta del primo dispositivo interattivo senza batterie che usa l’energia derivante dalle azioni dell’utilizzatore”, spiega Josiah Hester della Northwestern University. “Il gioco sostenibile diventerà una realtà e noi abbiamo compiuto un importante passo in questa direzione, sbarazzandoci della batteria”, aggiunge Przemyslaw Pawelczak della Tu Delft. “Con la nostra piattaforma vogliamo dimostrare che è possibile un sistema di gioco sostenibile che fa divertire chi lo usa”.

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cultura a Colori