Il Sabato delle Idee con i Crediti Formativi per i Giornalisti

C.S.

Per rispondere all’interrogativo “In che mondo viviamo?”, che rappresenta il filo conduttore del ciclo di incontri di Geopolitica del Sabato delle Idee, Sabato 19 Settembre alle 10.30 ci sarà al centro della discussione “Il ruolo degli Stati Uniti nell’assetto politico internazionale”.

 

L’incontro, che si svolgerà nella Chiesa dei Santi Marcellino e Festo dell’Università Federico II di Napoli, avrà come relatore uno dei massimi esperti italiani di storia americana: Massimo Teodori già professore ordinario di Storia e Istituzioni degli Stati Uniti alla Facoltà di Scienze Politiche dell’Università di Perugia. Un insegnamento che ha portato in giro per l’Italia, da Roma a Bologna e per il mondo, dalla University of California-Berkeley alla Columbia University di New York, fino alla Harvard University di Cambridge.
Scrittore e giornalista, firma prestigiosa degli editoriali di alcuni dei principali quotidiani italiani, Massimo Teodori è stato parlamentare radicale dal 1979 per tre legislature, risultando tra i membri più attivi di alcune delle più importanti commissioni di inchiesta su alcuni dei grandi misteri d’Itala: la commissione d’inchiesta sul caso Sindona e quella sulla P2, la Commissione Antimafia e quella su Stragi e terrorismo.

La lezione di Massimo Teodori , che sarà introdotta da Gaetano Manfredi, Rettore dell’Università Federico II di Napoli,Lucio d’Alessandro, Rettore dell’Università Suor Orsola Benincasa e dal fondatore de “Il Sabato delle Idee”, Marco Salvatore, e sarà coordinata dal direttore de “Il Corriere del Mezzogiorno”, Enzo d’Errico e dal presidente dell’Ordine dei Giornalisti della Campania, Ottavio Lucarelli, illustrerà la pluralità di ragioni che hanno portato negli anni gli Stati Uniti a divenire la maggiore potenza mondiale, politica, economica e militare.

“In particolare – anticipa Teodori – c’è un aspetto cruciale che ha reso e seguita a rendere unico lo sviluppo degli Stati Uniti anche in Occidente: è la capacità di autocorreggere i propri errori per via istituzionale grazie alle risorse della democrazia politica”. Per Teodori “ne è un esempio proprio Obama che con il negoziato nucleare con l’Iran, l’apertura a Cuba e il blocco delle campagne militari all’estero, ha preso atto del multipolarismo in cui l’America non può più svolgere quel ruolo egemone che ha esercitato nel mondo bipolare e unipolare della seconda metà del Novecento”.

Una riflessione, dunque, di grande interesse che non a caso ha ricevuto anche il riconoscimento dell’Ordine dei Giornalisti della Campania, che ha inserito le lezioni di geopolitica del Sabato delle Idee nel programma di incontri di formazione professionale per i giornalisti.

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Banner to display

No Banner to display

No Banner to display

No Banner to display

Cultura a Colori