La pagella di Chievo-Napoli

di Daniele Naddei

Il Napoli supera il Chievo per 0-1, gli ospiti si impongono in questa 9^giornata di Serie A grazie al gol di Gonzalo Higuain decisivo dopo 9 mesi di digiuno in trasferta.

Reina 6.5: più regista della difesa che portiere, generoso nelle uscite e tatticamente sempre indispensabile. Bella la parata sicura nel secondo tempo che quasi sminuisce un bellissimo tiro da fuori area.

Hysaj 6,5: solita tenacia sia nell’accompagnare l’azione e nel correre indietro a difendere la propria porta. Prezioso nelle sovrapposizioni che accompagnano le azioni di Callejon da quel lato.

Albiol 6: imposta con grande sicurezza il gioco sostituendosi a Jorginho quando non trova spazio, sempre presente nei contrasti aerei.

Koulibaly 7: eccezion fatta per la solito foga e prepotenza che mette nei contrasti, rischiando troppo spesso di l’ammonizione che alla fine arriva, mette in campo una prestazione maiuscola. Da forza e sicurezza al reparto, nonostante due svirgolate iniziali si impone nel secondo tempo e soprattutto nei minuti finali salva sulla rovesciata di Castro. Gigante.

Ghoulam 6.5: accompagna bene l’azione offrendo qualità sull’out di sinistra grande qualità, suo l’assist per il gol di Higuain.

Allan 6,5: meno brillante delle altre partite, forse un po’ troppo affaticato dai tanti impegni, è un Allan poco lucido che non riesce ad inserirsi tra le strette maglie gialloblù. Sbaglia molto in fase di impostazione ma si fa perdonare con i soliti grandi recuperi.

Jorginho 5,5: troppo chiuso da Castro e dall’aggressività di Meggiorini si limita a passaggi rapidi e vicini, sbaglia qualche passaggio di troppo. Sonnolente.

Hamsik 7,5: un gigante che troneggia a centrocampo, migliore assoluto degli azzurri il capitano non sembra risentire della fatica. Con il suo estro offre sempre spunti agli ai compagni del reparto offensivo. Sul finale cerca anche il gol con un gran tiro a lato di poco.

Callejon 6,5: tantissimo lavoro soprattutto in fase di copertura è sempre il primo a rientrare per coprire eventuali ripartenze. Un po’ troppo impreciso in fase di cross, ma è l’unico che sul piano fisico sembra non risentire dei molti impegni.

Insigne 6: non riesce a trovare spazio, soltanto nel secondo tempo impensierisce Bizzarri con un tiro a giro dei suoi parato dall’estremo difensore gialloblù. Dopo essersi fatto male forza un po’ ma alla fine è costretto ad arrendersi, probabilmente anche alla fatica di questi giorni.

Higuain 7: sfrutta una delle poche occasioni nitide capitategli. Nel primo tempo avrebbe già meritato il gol dopo quel gran tiro da fuori area che termina sul palo interno, sfortunato anche sull’occasione poco precedente. Grande campione come sempre.

Mertens 6: grande impegno e dedizione nel poco tempo a disposizione. Sfiora il gol in un’occasione, per il resto niente di eccessivamente decisivo.

D. Lopez 6: Entra nel secondo tempo ed offre quantità al gioco, più per far rifiatare Hamsik che altro.

Gabbiadini sv: meriterebbe più minuti.

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cultura a Colori