Milik stende il Bologna: ora il Napoli pensa al Genoa

Vince il Napoli al San Paolo contro un Bologna coraggioso e mai rinunciatario che tenta di mettere in difficoltà gli azzurri. Maurizio Sarri cerca di ammortizzare le fatiche della Champions League con un ampio turn-over schierando Strinic, Zielinski e Gabbiadini. Fuori gli intoccabili Ghoulam, Allan e Milik.

Spavaldo il Napoli nel primo tempo. L’undici di Sarri parte con il piede sull’acceleratore e trova subito il gol dopo 14 minuti con Callejon che incrocia benissimo in area un cross tagliato di Lorenzo Insigne. Ci prova il Napoli in un altro paio d’occasioni ma quando l’arbitro fischia due volte il risultato è ancora sul 1-0.

Nella ripresa il Bologna prova a venir fuori ed assaltare il fortino ben difeso da Koulibaly ed Albiol. I rossoblù ci provano da lontano con Verdi che recupera un pallone sporco e tira verso la porta di Reina: il portiere spagnolo è lento di riflessi e viene sorpreso dal tiro che si stampa sotto la traversa nella parte alta della rete. Accorcia le distanze la squadra di Roberto Donadoni che poi da battaglia per quasi 11 minuti.

Al 61esimo entra Arkadiusz Milik a sostituire un inconsistente Manolo Gabbiadini. L’attaccante del Napoli ci mette appena 6 minuti ad impattare un pallone sporco nell’area del Bologna piazzando un delizioso colpo sotto anticipando il portiere Da Costa. Vantaggio per il Napoli che poi va vicino al terzo gol con Lorenzo Insigne che a due passi dalla porta ospite spara in aria un pallone semplicissimo. Rigore in movimento fallito da Lorenzo Insigne.

Al 78esimo però Milik controlla al limite dell’area del Bologna e dopo una serie di finte conclude verso la porta rossoblù con Da Costa che in tuffo non trova l’impatto col pallone ed il Napoli chiuse sul risultato di 3-1. Terza doppietta italiana per Arkadiusz Milik che dimostra così l’innato senso del gol che aveva dimostrato anche in Olanda.

Finisce in 10 il Bologna per mezzo dell’espulsione, abbastanza dubbia, di Krafth al 81esimo e da buona posizione Lorenzo Insigne spara alta la punizione che ne deriva. Il Napoli, comunque, porta a casa tre punti importantissimi e fondamentali per la corsa scudetto. Non c’è tempo nemmeno per riposarsi perché mercoledì a Marassi gli azzurri dovranno affrontare il Genoa.

Share This:

Daniele Naddei

Giornalista iscritto all'ordine dei Giornalisti Pubblicisti della Campania da maggio 2014. Caporedattore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Banner to display

No Banner to display

No Banner to display

No Banner to display

Cultura a Colori