Napoli batte Hellas 3-0. Gli azzurri di nuovo a meno 6 dalla Juventus

Gabbiadini, Insigne e Callejon.
Non c’è il Pipita, ma c’è il tridente azzurro che rifila un tris all’ormai spacciato Hellas Verona che con questa sconfitta ha un piede  in serie B.
Eppure per sbloccare il match il Napoli ci ha messo più di mezz’ora perchè Del Neri, mister dell’Hellas,  aveva messo bene in campo la sua squadra che in più di un’occasione non ha avuto paura di superare il centrocampo ed arrivare anche al tiro dai 16 metri senza però mai mettere paura a Reina, tornato in porta dopo il forfait di Udine.
Il gol di Gabbiadini, arriva con un’azione già vista e rivista anche negli anni di Benitez.
Lancio di Insigne, splendido tiro a volo di Callejon che Rafael respinge, entra Gabbiadini con la testa e finalmente la mette dentro.
Esplode il San Paolo, Gabbiadini ringrazia e va a salutare il suo amico Valdifiori, ma è tutta la panchina che applaude l’attaccante.
Il raddoppio arriva su rigore guadagnato da Callejon che viene atterrato da Souprayen espulso per fallo sul ultimo uomo.
Insigne al minuto 47 trasforma il penalty.
Nel secondo tempo, via alle sostituzioni, ed esce proprio Gabbiadini, applauditissimo dai 45 mila del San Paolo. Al suo posto El Kaddouri che garantisce più movimento rispetto proprio a Manolo.
 E proprio El Kaddouri fornisce l’assist per Callejon che così completa l’opera del tridente.
Napoli-Hellas 3-0, il tridente c’è, il Napoli pure

Share This:

Massimiliano Alvino

Inguaribile sportivo, ex calciatore ed ex arbitro di calcio, giornalista da giugno 2012. Mi piace tutto quello che si chiama Sport, ma amo anche il teatro ed il cinema. Amo la musica di Jamiroquai, Trainspotting il film che rivedrei all'infinito, il Napoli la mia unica fede. Prima o poi comincerò a scrivere libri...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Banner to display

No Banner to display

No Banner to display

No Banner to display

Cultura a Colori