Oroitaly al fianco dei giovani imprenditori

“La Campania è la seconda regione per numero di giovani imprenditori, dopo la Lombardia. Quasi 78 mila imprese, con una incidenza sul totale delle aziende della regione largamente superiore alla media nazionale. C’è un protagonismo giovanile che va valorizzato”.
Il Segretario Generale di Oroitaly, Gianni Lepre, sottolinea l’importanza dei risultati di una recentissima indagine effettuata da Srmricerche: “Molti ragazzi cercano di trovare nell’impresa la strada alternativa a un lavoro dipendente sempre più difficile da conquistare. Nelle criticità legate alla scarsità delle opportunità occupazionali presenti, c’è tuttavia un lato positivo: il diffondersi della cultura del lavoro autonomo e d’impresa. Oroitaly segue con attenzione questa evoluzione. Assicurare un futuro per i nostri giovani è una delle ragioni che ci spingono a realizzare le nostre iniziative”

Oroitaly ha puntato in particolare sul rilancio di una tradizione, quella dell’artigianato di eccellenza. Per il Presidente, Generoso De Sieno, si tratta di “Coniugare i valori dei maestri artigiani con la propensione dei giovani all’innovazione e all’internazionalizzazione”.

Bottega Scuola costituisce il principale progetto messo in campo da Oroitaly, organizzazione che raggruppa circa centosessanta aziende orafe italiane. “Siamo convinti – spiega De Sieno– che occorra riavvicinare i giovani a questi antichi mestieri, dall’oreficeria alla ceramica, dalla liuteria all’arte pastorale, che rischiano di declinare per la mancanza di ricambio generazionale. Ma non pensiamo a dei giovani apprendisti o dipendenti a vita. Siamo anzi convinti che anche su questo versante sia possibile promuovere col tempo tante imprese giovanili di grande qualità, che rinverdiscano i fasti del passato”

L’azione di Oroitaly può trovare nuova linfa nell’affiancamento istituzionale. “L’impegno della Regione Campania e in particolare del Consigliere Gennaro Oliviero – spiega il Consigliere Antonio Scapolatellopuò accelerare la realizzazione di una grande iniziativa che ha al tempo stesso valenza economica, occupazionale e sociale. A Napoli in particolare, nel Borgo Orefici, puntiamo a creare botteghe all’aperto, trasparenti, in cui l’abilità manuale artigiana, la formazione di apprendisti, la creazione di prodotti d’eccellenza, sia visibile anche da cittadini e turisti. Diventando così  un nuovo potente e fascinoso brand per la città”

 

Share This:

Massimiliano Alvino

Inguaribile sportivo, ex calciatore ed ex arbitro di calcio, giornalista da giugno 2012. Mi piace tutto quello che si chiama Sport, ma amo anche il teatro ed il cinema. Amo la musica di Jamiroquai, Trainspotting il film che rivedrei all'infinito, il Napoli la mia unica fede. Prima o poi comincerò a scrivere libri...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Banner to display

No Banner to display

No Banner to display

No Banner to display

Cultura a Colori